Others about us

24 August 2016

Monocle

17 December 2015
Travel Unravelled (Financial Times)

Travelista

17 December 2015
How to Spend It (Financial Times)

Palermo

3 July 2015
Grandi Giardini Italiani

The Regaleali Estate, a green paradise

7 January 2015
http://zesterdaily.com/

Exceptional Dessert Wine Springs From Volcanic Soil

21 October 2014
Wine Spectator

Renaissance in Sicily

1 August 2013
Crea traveller

"La bella Siciia"

9 July 2013
www.jancisrobinson.com

Tasca d’Almerita comes full circle

27 June 2013
http://acevola.blogspot.it/

The Timeless Fountain that is Regaleali

1 May 2013
Z Magazin

Insel aus wein

10 August 2012
EATIN' OUT

A FORCA DA SICILIA

31 July 2012
www.acevola.blogspot.it

On the wine trail - Regaleali Le Rose 2011

March 2012
Scanorama March

A TASTE OF SICILY

February 2012
www.victorrallo.com

ROSSO DEL CONTE VERTICAL PERSPECTIVE

December 2011
Scanorama

GRAPES OF WRATH - Mount Etna, Sicily

3 November 2011
SIMPLE WINE NEWS - RUSSIAN MAGAZINE - SEPTEMBER 2011

A SPECIAL ON GIUSEPPE AND ALBERTO TASCA

13 April 2008
http://acevola.blogspot.com/2008/04/love-sex-death-in-sicily.html

Mozia written by Alfonso Cevola

9 April 2008
MHRA

A Taste of Sicily

7 January 2008
eRobertParker.com

Great Values from Italy

5 November 2007
Wine Spectator

Tasting Highlights: Southern Italy

April 2007
QRT - Quarterly Review of Wine

Southern Italy's Best

March 2007
The Internatinal Wine Review

The Wines of Southern Italy: From Quantity to Quality

31 October 2006
Il Sole 24 Ore

L'impresa va ai figli? Solo a certe condizioni.

1 July 2005
Spirito diVino

Il nuovo s’addice a Regaleali

13 March 2005
New York Times

In Sicily, a Winery Tour With Lunch Included

October 2003
Wine Enthusiast

21st - Century Sicily

27 October 2003
Corriere della Sera

Regaleali: l'aristocrazia del vino siciliano di oggi.

4 October 2003
Il Sole 24 Ore

Vino, debutta il future di Tasca d'Almerita.

September 2003
Gardena

Nuovi vini, antiche colline.

24 January 2003
@lfa Il Sole 24 Ore

Tasca d'Almerita: Quando la rete finisce in cantina.

15 November 2002
Wine Enthusiast

European Explosion

17 October 2002
La Repubblica - ed. Palermo

L'antico piacere della Malvasia. (…)

October 2002
Elle

La Siciliana.

October 2002
Capital

E De Niro fa scorta di "muffa".

30 September 2002
Corriere della Sera

Vendemmia eccezionale, ma solo in Sicilia.

25 July 2002
L'Espresso

La Marchesa è servita.

July 2002
Dove

Vini da premio

June 2002
Capital

Pane e vino di Bruno Vespa.

26 May 2002
La Repubblica - ed. Palermo

Repubblica - ed. Palermo

May 2002
Bon Appétit

Bottles Full of Sun.

May 2002
Fuoricasa

Regaleali è arte del vino.

27 April 2002
La Repubblica - ed. Palermo

Depardieu investe in Sicilia "Qui nascerà un grande vino".

 
 
26 May 2002
La Repubblica - ed. Palermo

Repubblica - ed. Palermo

Una storia lunga più di un secolo. È il 1830 quando i fratelli Don Lucio e Don Carmelo Mastrogiovanni Tasca acquistano l'ex feudo Regaleali, una distesa di 1200 ettari nelle campagne di Sclafani, al confine tra la provincia di Palermo e quella di Caltanissetta. Una passione per i vigneti che si tramanda da generazioni, forte del successo che i vini Regaleali ottennero fin da principio. Basti pensare che, già nei menu della Contessa d'Almerita (1840-1890), si legge "Regaleali Bianco e Regaleali Rosso". Per non parlare poi della Medaglia d'Onore assegnata al vino di Regaleali nel 1871 durante l'Esposizione di Siracusa. Una storia altisonante, dunque quella che ha portato l'azienda, oggi presieduta da Lucio Tasca, a produrre ben 5 vini bianchi (Villa Tasca, Regaleali, Leone d'Almerita, Nozze d'Oro e Chardonnay), 5 rossi (Regaleali Rosso, Camastra, Cygnus, Rosso del Conte e Cabernet Sauvignon), un rosato (Rose di Regaleali), un novello (Sassello) ed uno spumante (Almerita brut). Una linea completa apprezzata sia in Italia che all'estero. Tant'è che il 40% della produzione trova spazio nel mercato mondiale ed in particolare, in Germania e negli Stati Uniti. Tecnologia e tradizione il binomio vincente della tenuta di Regaleali che, grazie ad una moderna linea di imbottigliamento, riesce a confezione fino a 3.400 bottiglie in un'ora. Poco lontana dalle antiche cantine della tenuta vi è, poi, una bottaia costruita nel 1990. Un ambiente completamente termocondizionato che accoglie diverse decine di tonneaux da 350 litri in rovere francese, per una capacità complessiva di circa 600 ettolitri. Il controllo della temperatura, sia in fase di fermentazione che di affinamento, rappresenta, infatti, un fattore decisivo per ottenere un prodotto di alta qualità, salvaguardando l'integrità dei vini dall'azione negativa delle alte temperature. Un rapporto profondo con la terra in uno scenario dalle tinte accese dove i filari di vite sono affiancati da distese di grano, avena, alberi di mandorle e oliveti per un totale di 350 ettari compresi tra 450 ed i 750 metri sopra il livello del mare ed un'età media delle vigne che varia da 1 a 4 anni, dal momento che ogni anno vengono impiantate viti nuove. Il vigneto del Conte Lucio, che risale al 1959, è quello più antico. Un legame sul territorio che è lo spunto per l'enoturismo. Infatti, in occasione dell'oramai tradizionale "Cantine Aperte" l'azienda Tasca d'Almerita ha varato l'iniziativa "il Treno del Vino". Un percorso, con vagoni riservati e biglietti di treno omaggiati agli enoturisti, che partendo da Palermo porta, dopo un'ora e mezza di viaggio, a Vallelunga, nel cuore della Sicilia e delle tenute dell'azienda vitivinicola. Una occasione per trascorrere una giornata all'aria aperta, visitando vigneti, laghetti, masserie ottocentesche, bagli tipici, cantina di vinificazione, barricaie e bottaie. Insomma, una gita all'insegna della cultura del vino che si accompagnerà anche alla degustazione guidata dei prodotti della tenuta Tasca d'Almerita.