11 Set 2007

Eccellenza per Rosso del Conte 2004 e Cabernet Sauvignon 2005

La Guida de L'espresso ha dato il suo responso: tra i "Vini d'Eccellenza" spiccano le nuove annate di "Rosso del Conte" e di "Cabernet Sauvignon".

Nato nel 1970 come Regalali riserva del Conte, per tutti è il Rosso del Conte. Alle origini un Nero d’Avola coltivato ad alberello, quasi in purezza con una piccola aggiunta di Perricone, con la volontà di creare un grande Siciliano che potesse concorrere con i più importanti cru di tutto il mondo. La sua storia è lunga e fatta di numerose evoluzioni. L’ultima risale alla vendemmia 2003, in cui il Rosso del Conte è divenuto definitivamente il vino di Tenuta, poichè il Nero d’Avola è affiancato dalla migliore selezione vendemmiale delle altre uve a bacca rossa presenti in azienda.

Per primi, in Sicilia, abbiamo creduto alle potenzialità dei vitigni internazionali. La messa a dimora di Cabernet Sauvignon e dello Chardonnay risale al 1984. Al tempo il disciplinare regionale non prevedeva la presenza di uvaggi alloctoni sul territorio. Fu il Conte Lucio Tasca a intuire la potenzialità degli stessi. La prima vendemmia del Cabernet Sauvignon risale al 1988, da allora la regione Sicilia li autorizzò.E’ il primo Cabernet Sauvignon in purezza di Sicilia, pluripremiato per la sua personalità unica e per l’originalità con cui esprime il territorio da cui proviene, la Tenuta Regaleali.