News ed Eventi

Tag «premi»

 
 
2 Ott 2013

I Cinque Grappoli di Bibenda per Chardonnay 2011 e Diamante 2012

I Cinque Grappoli di Bibenda per Chardonnay 2011 e Diamante 2012

Chardonnay 2011 e Diamante 2012 ottengono i Cinque Grappoli di Bibenda

 

Chardonnay 2011. 
Dopo anni di esperienza e di studio delle varietà tradizionali, nel 1979 Lucio Tasca d’Almerita decise di confrontarsi con i vini internazionali, perseguendo l’unica strada possibile: la varietà. Seguendo il forte Dna sperimentale della Tenuta si parte: tre filari per tipo di Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Pinot Nero e Sauvignon Blanc. Un’intuizione visionaria che poi sarebbe diventata legge, con l’introduzione delle varietà internazionali nel disciplinare regionale. Nel 1985 Lucio Tasca d’Almerita mette a dimora barbatelle per 5 ettari, nel vigneto San Francesco. Nel 1988 la prima vendemmia di Cabernet Sauvignon, segue dopo un anno, nel 1989 la prima annata di Chardonnay vinificata ed immessa in commercio. E si parte alla ricerca di un sogno reso possibile anche grazie alla giusta esposizione e altitudine, parametri essenziali per ottenere un buon risultato, particolare per le caratteri stiche che assume nella Tenuta Regaleali. Da ricordare l’unicità della vendemmia ‘91 Botrytis Cinerea e della ‘92 Vendemmia Tardiva.

Nel 2011, annata fresca e asciutta, lo Chardonnay in collina ha maturato lentamente e perfettamente, esprimendo nel vino le note aromatiche tipiche della varietà. La struttura del vino si è perfettamente amalgamata con il legno di rovere francese dove ha fermentato e maturato per circa 8 mesi.

Diamante 2012

In continuità con Nozze d’Oro, il Conte Giuseppe Tasca festeggia nel 1994 i propri 60 anni di matrimonio brindando con il Diamante, vino dolce ottenuto da uve coltivate in alta collina e lasciate appassire. La viticoltura dei vini dolci era tipica delle zone costiere, con caratteristiche di grande corpo e talvolta di gradazione elevata. Abbiamo dunque provato a conferire al vino eleganza, sfruttando i terreni situati in alta collina. La sperimentazione in cantina ha richiesto molto impegno, le produzioni iniziali non sono state immesse in commercio, ma consumate solo per grandi eventi di famiglia. Prima annata disponibile sul mercato la 2003. Dall’unione di uve Moscato e Traminer Aromatico appassite all’ombra per preservare tutti i profumi tipici delle uve, fiori bianchi, arancia candita, su un fondo di rosa gialla e miele di zagara.

L’annata 2012, grazie ad un clima caldo e secco durante la maturazione, ha permesso un’ottima concentrazione delle uve e una perfetta sanità, requisiti ideali per buon appassimento. Concentrazione, aromaticità e volume contraddistinguono questa annata del passito di Regaleali.