Tasca d'Almerita

Duecento anni di lenta maturazione.

Una grande famiglia che da duecento anni ama questa terra e la cura, la coltiva, la feconda con grande sapienza , sempre alla ricerca di nuovi modi per renderla domani più leggiadra di quanto sia oggi.
Che s'innamora dei luoghi straordinari della Sicilia e vi profonde ogni sforzo affinché diventino luoghi del buon vivere, esprimendone la cultura e il territorio, valorizzandone la diversità.
 
 

Alla fine dell'ottocento, a Regaleali, in una Sicilia molto indietro, nasce la voglia di fare.
Con eccellenza

Otto generazioni di una famiglia legata a due luoghi straordinari e anch'essi parte della storia siciliana: Regaleali, oggi di 500 ettari, al centro geografico del triangolo siciliano e Villa Tasca (già Camastra) centro della vita sociale e artistica siciliana della seconda metà dell'800. I Conti Tasca hanno rappresentato sempre la punta avanzata di una cultura legata al fare, impegnandosi nell'innovazione delle tecniche con l'introduzione immediata di nuove colture e macchinari agricoli. A Regaleali tra la fine dell'800 e i primi anni del 900 lo scopo è di fare della Tenuta un'azienda agricola modello, moderna e specializzata, con le mille difficoltà di operare al centro di una Sicilia ancora indietro nello sviluppo.
Dalla metà del '900 la famiglia si allarga e si specializza per diventare azienda organizzata, gruppo di uomini che inventa, produce e diffonde nel mondo le cose della terra, portatori di messaggi di concretezza e coerenza, a partire dall'umile sforzo quotidiano. Regaleali diventa azienda vitivinicola e inizia la lunga storia della produzione e distribuzione del Rosso del Conte, riserva di Nero d'Avola e Perricone elevato in castagno, dichiarando fin dall'inizio la propria vocazione alla tipica valorizzazione del territorio e della cultura siciliana, per arrivare al successo di mercato del Regaleali Bianco, il primo vero interprete del più puro Made in Sicily vocato al territorio.