Didyme

Malvasia vendemmiata al giusto grado di maturazione e immediatamente vinificata, un vino secco dalla buona acidità che ne esalta la sua sapidità, con note di erbe aromatiche e floreali che richiamano la macchia mediterranea tipica dell’Isola. Esprime il territorio vulcanico nella sua essenza. Per questo Didyme porta l’antico nome dell’isola di Salina.

 
 
Download
Didyme
Didyme
Vitigni:
Malvasia.
Denominazione:
Malvasia I.G.T. Salina.
Zona vitivinicola:
Tenuta Capofaro - Salina - Isole Eolie.
Sistema di allevamento:
A spalliera.
Tipo di potatura:
Guyot.
Densità di ceppi per ettaro:
Mediamente 4.000.
Resa di uva per ettaro:
Mediamente 68 q.li.
Fermentazione:
In vasche d’acciaio inox.
Temperatura di fermentazione:
16°C.
Durata della fermentazione:
15 giorni circa.
Fermentazione Malolattica:
Non svolta.
Affinamento:
In vasche di acciaio per 4 mesi in presenza dei lieviti.
Gradazione alcolica:
12,50% Vol.
Dati analitici del vino:
pH 3,28 - AT 5,60 g/l - ZR 1,80 g/l - ET 20,90 g/l.
 
 

MALVASIA

MALVASIA

Appartenente al gruppo dei vitigni aromatici è una delle numerose Malvasie coltivate in Italia, ed è diffusa esclusivamente nell’arcipelago delle Eolie e soprattutto a Salina. Probabilmente è stata importata sull’isola dai primi coloni greci tra il 588 e il 577 a.C., deve forse il suo acclimatamento nelle isole alla grande resistenza alla salsedine. Ha foglia di medie dimensioni, pentalobata. Il grappolo è medio, cilindrico allungato e spargolo. L'acino è da medio a piccolo, rotondo, dalla buccia sottile e poco pruinosa, assume un intenso colore giallo dorato a piena maturazione. È il frutto più nobile delle Isole Eolie, raccolto precocemente fornisce vini secchi di buona acidità, con note di erbe aromatiche e floreali. Raccolta a maturazione avanzata e con un breve appassimento fornisce ottimi vini dolci e liquorosi.