Grillo Mozia

Piccola isola museo nello stagnone di Marsala, Mozia rappresenta un sito produttivo di assoluta unicità. Un ecosistema marino legato da sempre alla vigna, con il primo impianto di inizio Ottocento, quando gli Inglesi, giunti a Marsala, ne intuirono le potenzialità. Dei 7 ettari di vigneto, 5 sono in produzione, ancora coltivati ad alberello, non irrigui e in conduzione biologica. L'uva vendemmiata è posta delicatamente in cassette, caricata a spalla ed immediatamente trasferita da una sponda all'altra con barche a fondo piatto il sole si alzi cocente. Aspettano per accoglierla camion termocondizionati a preservarne l'integrità gusto-aromatica dell'uva stessa, sino alla Tenuta di Regaleali Nel bicchiere è ricca di vitalità; giallo con note verdoline, contenti dal bicchiere sprizzano profumi di ginestra, citronella, fiori gialli, anice, glicine, menta, speziatura di pepe bianco, polvere e una vena minerale di pietra focaia. È elegante, allegro e molto intrigante. Chiudendo gli occhi ed ascoltando attentamente il vino, lo si sente entrare in bocca per come naviga la barca sullo stagnone, aprendo con la prua l'acqua salmastra in due, lasciandosi alle spalle, sulla poppa, un vero e proprio solco.

 
 
Download
Grillo Mozia
Grillo Mozia
Vitigni:
Grillo.
Denominazione:
Terre Siciliane I.G.T.
Zona vitivinicola:
Mozia - Isola di San Pantaleo (TP), isolotto dello "Stagnone" a pochi chilometri dalla costa di Marsala.
Sistema di allevamento:
Alberello.
Tipo di potatura:
Alla "marsalese" corta e lunga.
Densità di ceppi per ettaro:
4.000
Resa di uva per ettaro:
10 q.
Fermentazione:
In vasche di acciaio inox.
Temperatura di fermentazione:
16/18°C.
Durata della fermentazione:
15 giorni.
Fermentazione Malolattica:
Non svolta.
Affinamento:
In vasca di acciaio in presenza di lieviti per 5 mesi.
Gradazione alcolica:
12,00% Vol.
Dati analitici del vino:
pH 3,25 - AT 6,50 g/l - ZR 1,70 g/l - ET 23,60 g/l.
 
 

Aspetto visivo:

Brillante, di colore giallo paglierino.

Olfatto:

Aroma complesso di frutta fresca, agrumi e note floreali tipicamente mediterranee.

Gusto:

Fresco e persistente, con spiccata sapidità e struttura.
Anno
Manifestazione
Località
Premio o titolo conferito
Annata
2013
D'Agata e Massimo Comparini - Guida ai Migliori vini d'Italia
-
-
2011
Anno
Manifestazione
Località
Premio o titolo conferito
Annata
2009
L'Espresso - Guida Vini d'Italia
-
16/20
2007
Anno
Manifestazione
Località
Premio o titolo conferito
Annata
2009
Annuario dei Migliori Vini Italiani di Luca Maroni
-
95 punti
2007
 
 

GRILLO

GRILLO

Il Grillo è stato il protagonista della produzione del Marsala per più di due secoli. Coltivato a spalliera o con il tradizionale alberello, è pianta vigorosa e molto produttiva. Presenta una foglia pentalobata, grande, dal colore scuro. Il grappolo è grande, allungato, e spesso alato, con acini grandi, mediamente rotondi, di colore verde, che assumono colore dorato a piena maturazione, con macchie tendenti all'arancio nella zona esposta al sole.