Le Bianche

Il progetto di qualità che è cominciato qualche anno fa e continua oggi con la produzione del bianco Sallier de La tour. L'idea di produrre un vino da uve internazionali rappresenta un momento importante per la cantina ed ha trovato un posto perfetto accanto al Rosso. È un vino con una grande struttura e corpo ma molto elegante ed equilibrato con un interessante potenziale evolutivo.

 
 
Download
Le Bianche
Le Bianche
Vitigni:
Viognier, Semillon, Sauvignon Blanc.
Denominazione:
Bianco Sicilia I.G.T.
Zona vitivinicola:
Tenuta Pernice - Monreale - Sicilia.
Terreni:
Sabbioso-argillosi.
Anno d'impianto:
2000.
Altitudine:
350 m. s.l.m.
Esposizione dei vigneti:
Sud - Sud/Ovest.
Sistema di allevamento:
Spalliera.
Tipo di potatura:
Cordone speronato.
Densità di ceppi per ettaro:
4.000.
Resa di uva per ettaro:
60 q. in media.
Epoca di vendemmia:
16 Agosto Sauvignon, 17 Agosto Semillon e 23 Agosto Viognier.
Andamento climatico stagionale:
Inverno mite e piovoso, primavera ed estate fresche e con scarse precipitazioni.
Fermentazione:
Tradizionale in bianco.
Temperatura di fermentazione:
18°C.
Durata della fermentazione:
15 giorni.
Fermentazione Malolattica:
Non svolta.
Affinamento:
In vasca di acciaio in presenza di lieviti per 4-5 mesi.
Gradazione alcolica:
13,00% Vol.
Dati analitici del vino:
pH 3,35 - AT 5,90 g/l - ZR 1,50 g/l - ET 20,30 g/l.
 
 

Aspetto visivo:

Brillante, di colore giallo paglierino.

Olfatto:

Aroma complesso che associa agli aromi della frutta esotica, pompelmo e banana, a note delicate come zagara e fiori bianchi.

Gusto:

Vino strutturato e imponente, morbido e asciutto con una elevata piacevolezza gustativa.

SAUVIGNON

SAUVIGNON

Vitigno internazionale classificato come aromatico, è una delle uve più note e utilizzate in tutto il mondo. Ha foglia media trilobata, dalla ampia dentatura e grappolo piccolo e molto compatto. L'acino medio sferoidale ha buccia sottile, mediamente pruinosa e assume un colore giallo dorato in maturazione.

SEMILLION

SEMILLION

Il Semillion in Italia, nonostante sia presente già da un secolo, è ancora poco coltivato. Si adatta abbastanza facilmente, ma predilige climi temperati-freschi e terreni drenanti. La bassa acidità ed livelli alcolici medio-alti ci hanno portato a utilizzarlo insieme con vitigni complementari. Esibisce aromi e sapori vicini a quelli di uno Chardonnay maturo: limone, pompelmo, mela, pesca, pera, frutti tropicali, buccia d'arancia, marmellata e miele. Adatto anche per vini dolci liquorosi.

VIOGNIER

VIOGNIER

Introdotto nella valle del Rodano dall'imperatore croato Probo, negli ultimi anni ha visto una grande diffusione in Italia, specie nelle regioni calde. Foglia pentalobata, con grappolo medio-piccolo, ed acino piccolo di forma sferoidale o leggermente ovale. Buona l'acidità, notevole la forza aromatica e la possibilità di invecchiamento.