Syrah

Per Sallier de La Tour il Syrah rappresenta una varietà di grande interesse, per le potenzialità che può esprimere in questo territorio. Espressione siciliana di una varietà dalle origini sconosciute, ma che ha trovato nella zona di Camporeale un territorio di elezione U.na maturazione lenta e completa esalta le note caratteristiche di questo vitigno, dando luogo ad un vino di colore rosso rubino dalle sfumature violacee, profumo intenso e fruttato con sentori di piccoli frutti neri e spezie.

 
 
Download
Syrah
Syrah
Vitigni:
Syrah.
Denominazione:
Sicilia DOC.
Zona vitivinicola:
Tenuta Pernice - Monreale - Sicilia.
Sistema di allevamento:
Spalliera.
Tipo di potatura:
Cordone speronato.
Densità di ceppi per ettaro:
4.000.
Resa di uva per ettaro:
95 q.
Fermentazione:
Tradizionale in rosso.
Temperatura di fermentazione:
28°C.
Durata della fermentazione:
20 giorni.
Fermentazione Malolattica:
Svolta totalmente.
Affinamento:
Per il 30% della massa in barili di rovere Francese (Allier e Tronçais) da 225 litri, al secondo e terzo passaggio, per circa 12 mesi. Il 70% in acciaio.
Gradazione alcolica:
13% Vol.
Dati analitici del vino:
pH 3,72 - AT 5,10 g/l - ZR 1,70 g/l - ET 29,70 g/l.
 
 

Aspetto visivo:

Di colore rosso rubino intenso.

Olfatto:

Profumi di frutti di bosco ed erbacei, le note aromatiche e speziate si amalgano piacevolmente.

Gusto:

Vino equilibrato, morbido e dai tannini vellutati.
Anno
Manifestazione
Località
Premio o titolo conferito
Annata
2014
Gambero Rosso
-
Oscar Berebene
2011
Anno
Manifestazione
Località
Premio o titolo conferito
Annata
2012
L'Espresso
-
I migliori acquisti della regione Rapporto qualità/prezzo
2009
 
 

SYRAH

SYRAH

La sua origine è dibattuta; dalla città della Persia (Shiraz) a Siracusa, in Sicilia, al Piemonte, la patria adottiva divenne la Valle a sud del Rodano e le zone limitrofe. Coltivato ormai in tutto il mondo - e particolarmente diffuso nelle regioni calde del Nuovo Mondo - da una decina di anni ha conquistato un posto d'onore nell'élite dei vini grazie alle proprie caratteristiche di grande concentrazione, morbidezza, densità dei tannini spesso ingentiliti e raffinati da un affinamento in legno. Il grappolo si presenta allungato, semispargolo, con gli acini di media grandezza, ovali; la buccia è molto pruinosa, di colore blu, dolce e sapido. È riconosciuto per il suo gusto speziato, i sentori di mora e di prugna, talvolta accompagnati da note di liquirizia, cacao amaro o caffè.